definitivo8

Gestione separata, contributi dei professionisti per i non iscritti a Casse professionali

I professionisti tenuti all’iscrizione a un albo che svolgono attività lavorativa senza versare il contributo soggettivo a una Cassa di previdenza, sono tenuti a iscriversi alla gestione separata Inps.

Con due sentenze gemelle, la 32506/2018 e 32508/2018 depositate ieri, la sezione lavoro della Suprema corte sembra chiarire in modo definitivo l’orientamento di legittimità su una materia che sta producendo un consistente contenzioso tra Inps e professionisti, con questi ultimi che spesso vedono riconosciute le loro ragioni in primo e secondo grado.

NeI motivare la decisione, la sezione lavoro richiama la sentenza 3240/2010 a sezioni unite in cui si chiarisce che la gestione separata è nata per estendere la copertura assicurativa non solo a lavoratori che non ne erano prima beneficiari, ma anche a specifiche attività escluse in precedenza. Inoltre, la gestione separata ha la particolarità per cui «l’obbligazione contributiva è basata sostanzialmente sulla mera percezione di un reddito» e la compatibilità dell’iscrizione di un lavoratore a due gestioni previdenziali è prevista e regolata dall’articolo 49, comma 16, della legge 449/1997 che prevede un’aliquota specifica della gestione separata per chi è già iscritto a un’altra forma di previdenza obbligatoria.

«La regola generale è, quindi, che all’espletamento di duplice attività lavorativa…deve corrispondere la duplicità di iscrizione». L’obbligo viene meno solo «se il reddito prodotto dall’attività professionale predetta è già integralmente oggetto di obbligo assicurativo gestito dalla cassa di riferimento».

Quanto alla norma di interpretazione della legge 335/1995 (istitutiva della gestione separata) contenuta nell’articolo 18, comma 12, del Dl 98/2011, secondo la Cassazione va letta tenendo conto della volontà di estendere la tutela assicurativa con la creazione della gestione separata stessa. Di conseguenza l’unica contribuzione che esenta dall’iscrizione alla gestione separata è quella correlata all’obbligo di iscrizione a una gestione previdenziale di categoria. Ma il contributo integrativo non è di questo genere e inoltre non determina la creazione di una copertura assicurativa.

Posted in News Circolari e Pubblicazioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>