18830

Riaddebito dell’imposta di soggiorno

Gli albergatori che riaddebitano al proprio cliente l’importo dell’imposta di soggiorno (o il contributo di soggiorno) devono indicare, nell’eventuale fattura elettronica che emettono, il codice natura N1 (escluso Iva) e non N2 dedicato alle operazioni «fuori campo Iva».

È escluso da Iva, ai sensi dell’articolo 15, comma 1, punto 3, Dpr 633/1972, il riaddebito al proprio cliente dell’eventuale imposta di soggiorno, istituita dai Comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche o città d’arte dall’articolo 4 del Dlgs 23/2011.

L’operatore non è tenuto a emettere una fattura, ma se la fattura viene richiesta dal cliente, il Sdi consente comunque l’invio di queste fatture in formato xml, anche se l’Iva non viene esposta in fattura (risposta dell’agenzia delle Entrate al Forum del Sole 24 Ore sulla fattura elettronica del 12 novembre 2018, formalizzata nella Faq n. 15 del 27 novembre 2018 ).

In questi casi, il codice natura da utilizzare nella e-fattura per rappresentare tali operazioni escluse da Iva, ai sensi dell’articolo 15, comma 1, punto 3 del Dpr 633/1972 è N1 e non N2 dedicato alle operazioni «fuori campo Iva».

Posted in News Circolari e Pubblicazioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>