recedere-affitto

Inquilini morosi e dichiarazione dei redditi

L’articolo 3-quinquies del decreto legge 34/19, convertito nella legge 58/19, dispone che per i contratti stipulati a decorrere dal 2020 i canoni di locazione non percepiti relativi a immobili abitativi possono non essere dichiarati se la mancata percezione è provata dall’intimazione di sfratto per morosità o dall’ingiunzione di pagamento; la norma attuale dispone che è necessario attendere il provvedimento di convalida dello sfratto.

Vediamo però di fare un po’ di chiarezza.

L’articolo 26 del Tuir prevede che il reddito dei fabbricati vada dichiarato indipendentemente dalla percezione.

Quindi il dato letterale fa riferimento ai canoni risultanti in contratto.

Ma è frequente l’ipotesi in cui l’inquilino non rispetti il contratto e non paghi i canoni.

In questo caso, in base al citato articolo 26 del Tuir i redditi derivanti dai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo non concorrono a formare la base imponibile dal momento di conclusione del procedimento giurisdizionale di convalida.

Ottenuto il provvedimento, certamente in un momento successivo all’inizio della morosità dell’inquilino, i canoni contrattuali non riscossi sono esenti da Irpef ma probabilmente in parte già tassati; ad esempio se in presenza di canoni non riscossi nel 2018 , il giudice convalida lo sfratto in settembre 2019, il proprietario ha già pagato l’Irpef sui predetti canoni. La norma prevede che il proprietario usufruisca di un credito di imposta pari all’Irpef assolta.

Il decreto Crescita semplifica la procedura e dispone che è sufficiente l’intimazione di sfratto o l’ingiunzione di pagamento.

Questa nuova norma entra in vigore per i contratti stipulati dal 1° gennaio 2020.

Per gli affitti di fabbricati non abitativi (negozi, opifici e così via). La norma continua a non considerarli e quindi i proprietari devono provvedere a dichiarare il reddito corrispondete ai canoni di affitto previsti nel contratto, anche se non riscossi, fino alla sua risoluzione.

Posted in News Circolari e Pubblicazioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>