LEGGE-BILANCIO-2021

Investimenti in beni strumentali nuova disciplina

Con la pubblicazione in GU n. 322 del 30.12.2020 della L. 178/2020 (c.d. Legge di Bilancio 2021) è entrata in vigore, con effetto retroattivo agli investimenti effettuati dal 16.11.2020, l’estensione potenziata del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali.

L’ambito applicativo temporale dell’attuale credito d’imposta riguarda gli investimenti effettuati a decorrere dal 16.11.2020 e fino al 31.12.2022, ovvero entro il 30.06.2023 in caso di valida prenotazione del bene entro il 31.12.2022 (ordine accettato dal venditore e versamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione del bene).

Le principali novità del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali possono essere così sintetizzate:

  • ampliamento dell’ambito applicativo oggettivo, con estensione agli investimenti in beni immateriali ordinari (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni non 4.0 ovvero non inclusi nell’allegato B annesso alla Legge di Bilancio 2017);
  • potenziamento delle aliquote di credito d’imposta fino al 31.12.2021 con un décalage nel 2022;
  • previsione di un’aliquota potenziata per beni materiali e immateriali destinati dall’impresa alla realizzazione di forme di Lavoro agile, ai sensi dell’articolo 18 L. 81/2017;
  • innalzamento dei massimali di spesa ammissibili;
  • accorciamento generalizzato del periodo di fruizione dell’agevolazione (da 5 a 3 anni); ulteriore compressione del periodo di fruizione (in unica soluzione) per investimenti in beni materiali e immateriali ordinari effettuati da soggetti con ricavi o compensi inferiori a 5 milioni di euro;
  • anticipazione del momento di fruizione del credito d’imposta dall’anno di entrata in funzione per beni ordinari e di interconnessione per beni 4.0;
  • introduzione dell’onere di asseverazione della perizia tecnica per beni 4.0 di costo unitario superiore a 300.000 euro;
  • modifica della dicitura che le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere: “bene agevolabile ai sensi dell’articolo 1, commi da 1054 a 1058, Legge 178/2020.

Di seguito si propone una tavola sinottica riassuntiva di aliquote e massimali di spesa del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali ex Legge di Bilancio 2021:

Tipologia di bene Periodo di effettuazione Aliquote e massimali di spesa complessivi
Beni materiali e immateriali ordinari 16.11.2020 – 31.12.2021* 10%

15% smart working

Fino a 2 milioni di euro (materiale)

Fino a 1 milione di euro (immateriale)

01.01.2022 – 31.12.2022* 6 %

Tetto 2 milioni di euro (materiale)

Tetto 1 milione di euro (immateriale)

Beni materiali 4.0 16.11.2020 – 31.12.2021* 50% fino a 2,5 milioni di euro

30% oltre 2,5 fino a 10 milioni di euro

10% oltre 10 fino a 20 milioni di euro

01.01.2022 – 31.12.2022* 40% fino a 2,5 milioni di euro

20% oltre 2,5 fino a 10 milioni di euro

10% oltre 10 fino a 20 milioni di euro

Beni immateriali 4.0 16.11.2020 – 31.12.2022* 20% fino a 1 milione di euro

* inclusi gli investimenti effettuati entro il 30.06 dell’anno X+1 validamente prenotati entro il 31.12.X

Posted in News Circolari e Pubblicazioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>